This text is replaced by the Flash movie.
Category: PROGRAMMA, SPETTACOLO by AIEP • ott 27th, 2011

MI CUERPO ES MI CASA – Pilar Gallegos

Pilar Gallegos

presenta

MI CUERPO ES MI CASA

(MY BODY IS MY HOME)

08 DICEMBRE 2011 | h. 21.40 @DiD Studio | 5 euro

Regia, Coreografia e Performance: PILAR GALLEGOS

Realizzato con il sostegno di:

NAO Nuovi Autori Oggi 2011 e TEC ART ECO di Ariella Vidach AiEP,

FONCA – CONACULTA,

IBERESCENA (Fondo Iberoamericano para las Artes Escénicas Spagna-Messico),

Centro de Gestión de Recursos Escénicos “La Nave del Duende” a Cáceres, Spagna

Pilar Gallegos, coreografa e danzatrice messicana, costruisce un ponte tra Spagna e Italia con il progetto di danza digitale  Mi cuerpo es mi casa, mettendo in relazione corpo e architettura in collaborazione di Nuria Prieto, artista multimediale.

In un campo di cammini, fiumi e case, tre giorni fa ci scosse un terremoto. Adesso siamo delle rovine, pezzi sparsi di muro: pietre amorfe in una sera calda di primavera. Io non ho altra opzione che
fermarmi in silenzio a pensare nel piano per ridisegnarlo tutto nuovamente, questa volta migliorando il rifugio: proteggendomi dalla pioggia, dal sole, dall’umidità della terra e dal vento, che contro i tremori, non posso fare nulla! Pavimenti, passi, pareti e visioni. Quale sarà la mia direzione? Di che colore la pittura esterna della mia pelle? Sará oportuno mettere finestre nei pori, stappare nuovi sensi.

MI CUERPO ES MI CASA è un assolo coreografico di quarantacinque minuti, che per via della giustapposizione della danza, del video e della narrativa poetica, costruisce analogie, metafore e derivazioni fra il corpo umano e l’architettura. Il formato della coreografia è una videoperfomance multimediale ed interattiva.

Il progetto è realizzato grazie alla residenza produttiva NAO a Ispra @Lifework

—————————————

PILAR GALLEGOS


cresce a Città del Messico, dove si laurea in Coreografia presso la Escuela Nacional de Danza Clásica y Contemporánea del Instituto Nacional de Bellas Artes.
Dal 1998 al 2002 fonda e dirige la sua compagnia Movimiento Perpetuo, con cui ottiene il 1° Posto Categoria B nel XXI Premio INBA-UAM con la coreografia “Café: bebida exótica”, il 1° Premio della Critica “Raúl Flores Guerrero” inserito nel XX Premio INBA-UAM con la coreografia “Adam’s Street”, e presenta per diverse stagioni teatrali gli spettacoli “Madame Cuquita’s Show” e “Zoo”.
I sui lavori sono stati presentati nei principali teatri del Messico, e in altri paesi, come Norvegia, Canada, Repubblica Dominicana, Panama, Cuba, Italia e più recente in Spagna. Ha ricevuto borse artistiche da parte del Fondo Nacional para la Cultura y las Artes in varie occasioni, ottenendo due sostegni nel programma per giovani coreografi, un intercambio artistico Messico-Canada in The Banff Center, un sostegno di produzione coreografica ed attualmente appartiene al Sistema Nacional de Creadores del Arte, una distinzione importante per gli artisti messicani.
Recentemente ha ricevuto un aiuto da Iberescena per la creazione coreografica in residenza, sviluppando “Mi cuerpo es mi casa” in La Nave del Duende, Spagna.
Ha partecipato allo spettacolo “Omaggio Nazionale a Xavier Villaurrutia” con la coreografia “Ulyses”. Ha coordinato e prodotto il progetto “Bestiario Extremo” per il Festival del Centro Histórico e per il Festival Jóvenes del Tercer Milenio. Per i danzatori della ENDCC ha portato in scena “Sala de hule espuma”, partecipando alla stagione “Dibujos de otros mundos” presso il Palacio de Bellas Artes. Ha partecipato nel concorso XIX Premio INBA-UAM con la coreografia “En la habitación donde fui llevada”.
E’ stata coreografa ospite delle compagnie Teoría de Gravedad e di UDLA-Danza. Ha collaborato con il Festival del Centro Histórico ,la Compañía Nacional de Opera, il gruppo rock Santa Sabina e
in numerosi spettacoli teatrali. Con lo spettacolo “Titus Andrónicus” ha ottenuto il Premio dalla Asociación de Periodistas Teatrales come Migliore Coreografia Teatrale. Responsabile per la
tecnica corporea nel film La Sangre Iluminada. Coreografa del videoclip Metrosexual prodotto della Sony Music.
Come danzatrice ha collaborato con le compagnie Quiatora Monorriel, Producciones la Manga, Utopía, Fuera de Centro, Pilar Urreta, Opus Nigrum, Compañía Nacional de Danza, Nuevos Pasos. E’ stata docente della Escuela Nacional de Danza Clásica y Contemporánea, la Universidad de Las Américas ed El Foro Teatro Contemporáneo. Ha insegnato in diversi laboratori coreografici. Ha partecipato in performance, videoarte, cortometraggi, videoclip e pubblicità. E’ stata tastierista del gruppo pop Aurora y la Academia. La sua formazione artistica comprende
anche diversi diplomi in arte sceniche, danza terapeutica e hatha yoga. Attualmente vive a Udine, dove lavora come insegnante di danza e yoga ed sviluppa i suoi progetti coreografici.

—————————————

NURIA PRIETO

Nata e cresciuta nella città di Mérida, è creatrice e ricercatrice di linguaggi audiovisivi mediati con la tecnologia, applicati su progetti artistici, scenici ed espositivi.
Laureata in Comunicazione Audiovisiva, conta con un Master in Documentario Creativo presso all’Universitat Autònoma di Barcellona (UAB) ed un Postgrado in Tecnologie Digitali per la Scena
per l’Instituto de Educación Continua (IDEC) dell’Universidad Pompeu Fabra di Barcellona.
Anche se comincia lavorando nel campo della televisione, il suo percorso è stato segnato con il documentario ed il video sperimentale. Ha prodotto e realizzato documentari e pezzi audiovisivi
come “Pulse in Venice”, nel contesto dell’International Summer Academy for Fine Arts and Media Technology di Venezia, “Blues de Circ”, prodotto per l’Aparador e Agrega Proyectos Culturales di
Barcellona, e “La Ricarda”, trasmesso per Televisó de Catalunya.
Il suo interesse per le pratiche audiovisive fatte dal vivo la introducono nel mondo delle arti sceniche e delle nuove tecnologie, portandola ad applicare nei suoi progetti dispositivi interattivi e
hardware d’interfaccia come sensori I-Cubex e Phidget Interface, Kinect Core Vision e controllatori DMX.
Ha disegnato e prodotto, in coppia, “Memorias Sonoras. Concierto audiovisual de-mente para máquina de coser”, un concerto-istallazione interattivo esposto nel Centro de Producción de las
Artes en Vivo l’Estruch, di Sabadell. Ha collaborato in lavori con video artisti e in progetti di danza e video performance.
Attualmente, porta avanti dei progetti per la scena e continua nella ricerca del cinema espanso, grazie all’applicazione delle nuove tecnologie.


 

Leave a Reply