This text is replaced by the Flash movie.
Category: PROGRAMMA, laboratori by AIEP • nov 10th, 2011

Workshop con Charlotte Zerbey

Charlotte Zerbey
presenta

workshop di Contact Improvisation

mercoledì 30 novembre e giovedì 1 dicembre dalle 10.00 alle 13.00
costo a giornata (3 ore di lezione): 20 € / costo due lezioni (6 ore di lezione): 30 €

Informazioni sulla Contact Improvisation
La ‘Contact Improvisation’, e’ una tecnica definita è sviluppata a partire dall’inizio degli anni ’70. Questa tecnica è stata fonte d’ispirazione per la danza a livello internazionale influenzando in particolare la coreografia contemporanea.  E’ anche una disciplina praticata dalle persone comuni che amano muoversi, in tutto il mondo.
Lo Studio della Contact Improvisation
La didattica che porta all’apprendimento della ‘Contact Improvisation’ si basa principalmente su esercizi fisici guidati che mettono l’attenzione sul corpo nel suo insieme, dalla respirazione alla corretta postura della struttura scheletrica, dall’efficenza muscolare all’immaginazione del movimento.
L’immediatezza delle risposte creative quali emergono dalla fisicità della danza permette di stimolare in ognuno una personale ricerca e riflessione imparando direttamente dalle percezioni dei sensi.
Gli esercizi utilizzati nelle lezioni di ‘Contact Improvisation’ partono dalla sensibilizazione delle caratteristiche naturali del corpo stimolando e alimentando la presenza fisica e mentale. Con la pratica degli equilibri nel sostenere ionee rilasciare il peso del corpo ascoltiamo la forza di gravita’ in azione. Questo ci permette di metterci in gioco, migliorando i tempi di reazione dei nostri riflessi e la coordinazione tra arti e baricentro.
Useremo poi le abilita’ acquisite come schemi da usare all’ interno della dinamica della forma in una dialettica fra guidere e seguire le persone con cui stiamo danzando.

Charlotte Zerbey (U.S.A.) attiva da oltre 25 anni nel panorama della danza contemporanea in Italia, Europa e Stati Uniti, è co-direttrice di Company Blu. Ha studiato danza moderna e classica all’Università di Utah dal ‘79 all ‘82. In Europa dall’83, ha lavorato fino all’87 con la compagnia Group/O, diretta da Katie Duck. Collabora inoltre alle produzioni delle compagnie londinesi «Gaby Agis and Co.», «Company Hamilton» e con la compagnia berlinese «Sasha Waltz and Gests». Altre collaborazioni includono progetti di improvvisazaione e composizione con danzatori quali S. Paxton, P. De Groot, K. Simson, J. Hamilton, A. Alessi, N. Stark Smith, M. Tomkins, D. Zambrano. La sua ricerca predilige la collaborazione con musicisti dal vivo o partiture originali per le sue coreografie. I musicisti con i quali ha lavorato sono noti compositori ed improvvisatori della scena della nuova musica, tra questi T. Honsinger, M. Moore, L. Fishkind, A. Salis, S. Noble, M. Fantoni, M. Parente e N. Raffone. Il suo linguaggio è attento ai dettagli espressi e alla valenza simbolica del gesto è stato influenzato dallo studio della Contact Improvisation, Ki Aikido, Alexander ed Authentic Movement. Insegna periodicamente seminari presso Bewegungs Art Freiburg, EDDC (Arnhem-Dusseldorf), Dartington College of Arts (G.B.), School for New Dance Development (Amsterdam), Studio Area (Barcellona), Istituto Superiore de Danza (Caracas), Università Cattolica di Brescia, corsi regionali di formazione professionale per danzatori in Italia.

 

 

Leave a Reply