This text is replaced by the Flash movie.
Category: PROGRAMMA, tavola rotonda by AIEP • nov 11th, 2011

I’m all ears – Rossella Fiumi

il 9 dicembre dalle 19.00 allo spazio Ex.Neon
Rossella Fiumi, curatore artistico dello ZipFest , celebre festival che dal 2000 anima la scena della danza contemporanea italiana, si mette in gioco per ricevere, incontrare, ascoltare, dialogare, praticare danza, scambiare esperienze e sensazioni  sul mondo della performing art.


I’m all ears

(2007) di Rossella Fiumi con montaggio di Corrado Barbetti
Spaccato di una scena rurale, nasce quale divertissement creativo per un piano sequenza, dove il movimento naturale di un gregge che pascola viene catturato in tempo reale, onorando tempo e spazio delle azioni create dal bestiame.
Ordine e coreografia del mondo animale, in una rarefazione dove anche il suono naturale del vento e dei campanacci contribuisce ad aprire i sensi e lo stupore dell’ascolto e della riflessione intorno all’essenza della vita.
——————————————————
“Osserva il gregge che pascola davanti a te: non sa che cosa sia ieri, che cosa sia oggi; salta intorno, mangia, digerisce, salta di nuovo, e così dal mattino alla sera e giorno dopo giorno, legato brevemente con il suo piacere e con il suo dispiacere, attaccato cioè al piolo dell’attimo e perciò né triste né annoiato… L’uomo chiese una volta all’animale: Perché mi guardi soltanto senza parlarmi della tua felicità? L’animale voleva rispondere e dire: ciò avviene perché dimentico subito quello che volevo dire – ma dimenticò subito anche questa risposta e tacque. Così l’uomo se ne meravigliò. Ma egli si meravigliò anche di se stesso, di non poter imparare a dimenticare e di essere sempre attaccato al passato: per quanto egli vada e per quanto velocemente, la catena lo accompagna. È un prodigio: l’attimo, in un lampo, è presente, in un lampo è passato, prima un niente, dopo un niente, ma tuttavia torna come fantasma e turba la pace di un istante successivo. Continuamente si stacca un foglio dal rotolo del tempo, cade, vola via – e improvvisamente rivola indietro, in grembo all’uomo.
Allora l’uomo dice “Mi ricordo”.”

Friedrich Wilhelm Nietzsche

Da Wikipedia: La pecora è di carattere molto timido ma, al contrario di quanto si possa pensare, è molto intelligente e dotata di molta memoria e facilità di apprendimento. Il nome pecora (lat. pecus “bestiame di piccolo taglio” passato poi ad identificare un singolo animale) è riservato all’adulto femmina.

——————————————————

ROSSELLA FIUMI

Artista indipendente, coreografa, danzatrice, performer dell’improvvisazione, insegnante e direttrice artistica di Zipfest.
Ha avuto una formazione nelle tecniche di tradizione (classico, modern dance), ha sviluppato nel corso degli anni un background di studio e ricerca con maestri di generazione postmodern, e nella Release Technique, Butoh, Contact improvisation e Improvisation.
Il suo lavoro è stato influenzato e arricchito da studi e collaborazioni con Dominique Dupuy, Masaki Iwana, Daniel Lepkoff, Lisa Nelson.
Sceglie Orvieto quale residenza artistica, dove dirige dal 1984 un proprio spazio di lavoro, centro di formazione alla danza e sede della Compagnia ALEFdanzaateatro, che ha diretto per circa 20 anni e con la quale ha prodotto numerosi spettacoli in Italia e all’estero.
La Compagnia ALEF è stata sostenuta mediante un contributo per la produzione dal Ministero per i Beni e Attività Culturali dal 1984 al 2003.
Nel 2004 ha coniato la nuova identità della Compagnia con la sigla Caravajal15 residenza dinamica.

Coreografa presente nel panorama della danza contemporanea dal 1987, sue creazioni sono state rappresentate in Italia e all’estero (Germania, Spagna, Polonia, Portogallo, Brasile, Messico, Russia).
Si è occupata per anni della formazione del danzatore contemporaneo svolgendo, nella propria residenza di Orvieto, un’intensa attività d’insegnamento. Alcuni danzatori che si sono formati con lei hanno potuto scegliere la danza come professione, in termini anche di nuovi pedagoghi e coreografi delle ultime tendenze.
Ha preso parte in qualità di performer e pedagoga in progetti europei sull’improvvisazione e sulla Contact Improvisation, tra i quali: Tanzfabrik Berlino 1991-1993; Festival di Valencia 1994; ECITE Budapest 2000; International Contact Freiburg Festival 2004 e 2005; XII Quinzena de Lisbona 2004, Crossroads Varsavia 2004, San Pietroburgo 2006, ed altri.

Dal 2002 collabora, in qualità di docente esterna, con il D.A.M.S. – Università Roma Tre – dove tiene laboratori sulla Contact Improvisation e sull’improvvisazione, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia.
Insegna workshop sull’Improvvisazione in Italia e all’estero; invitata nel 2005 dalla Fondazione Romaeuropa Promozione Danza, per tenere un master di Contact presso lo I.U.S.M. (Istituto Universitario Scienze Motorie).

Dal 1984, accanto al suo principale lavoro di coreografa e danzatrice, ha invitato, presso la propria sede di Orvieto, nomi prestigiosi per collaborare a progetti di formazione in residenza, tra i quali: Simone Forti, Lisa Nelson, Daniel Lepkoff, Ray Chung, Andrew Harwood, K.J. Holmes, Jean Cebron, Jean Gaudin, Dominique Dupuy, Dieter Heitkamp, Masaki Iwana,… e molti altri.

Dal 2000, sostenuta dagli Enti dell’Umbria, è la direttrice artistica e curatrice di Zipfestival.

Tra i suoi spettacoli in repertorio:
“Tre Studi sul Serpente” 1992, “Espresso Doppio” (videodanza) 1993, “My feet are not long enough” 1995, “Buongiorno Signori” 2000, “Give me a hand and end” (videodanza) 2001, “Glue” 2002, “Dramma involontario” 2002, “Rewind” 2004, “BUSH*performance” 2006.


 

Leave a Reply