This text is replaced by the Flash movie.
Category: PROGRAMMA by AIEP • nov 11th, 2011

MindBox con Roberto Zappalà

La compagnia Zappalà Danza e Christian Graupner

presenta

MindBox

dal 26 novembre allo spazio Ex.Neon della Fabbrica del Vapore – costo: 0,50 euro

di Christian Graupner (GER) Humatic, concept & video
Roberto Zappalà (I) performer e coreografo
Norbert Schnell (F) IRCAM, musica interattiva e sound Design
Nils Peters (GER) Humatic, system developer e artista  software

MindBox è prodotto da Humatic Berlin in collaborazione con TMA Hellerau (Dresda) e Compagnia Zappalà Danza. La tecnologia MindBox è basata su sistema HUMA e FTM & Co libraries for Max/MSP.
MindBox è stato presentato in anteprima al CynetArt Festival di Dresda, novembre 2009

Con il sistema audio-visivo MindBox Christian Graupner & Partners hanno dato vita a un trittico video in grado di interagire con il pubblico e che si ispira al modello delle slot-machine.
MindBox cattura i sensi dello spettatore, offrendogli un allegro gioco d’azzardo basato su un mix di elementi che vanno dalla musica alla coreografia, dalla cinematografia alla danza al beat boxing (forma di percussione vocale da cui l’installazione deriva il suo nome)
In un’ appassionata, a volte disturbata, performance di un incompiuto ma sempre riproponentesi gioco di gesti e di espressioni vocali che richiamano lo stile del beat-boxing, Zappalà ci pone in confronto con elementi quali il bene e il male, la fortuna, la coerenza e la contraddizione, il desiderio e il destino. Elementi su cui possiamo intervenire pigiando uno dei quattro bottoni prima di apprendere l’uso della leva metallica, per soffiare la vita in quello strano personaggio o lasciarlo andar via.


Dopo aver inserito i 50 centesimi, lo spettatore viene trasportato in un gioco dove si tira e si spinge. La leva dà la sensazione di un contatto fisico con Zappalà e l’opportunità di scegliere lo sviluppo dell’incontro. La complessa tecnologia e il mezzo cinematografico rimangono sullo sfondo mentre il contatto immediato e continuo con la performance e il suo protagonista si sviluppa con il progressivo coinvolgimento del giocatore.
Anche grazie al contributo di artisti del software e sviluppatori come Nils Peters (Humatic) e Norbert Schnell (IRCAM), il trittico MindBox risulta essere una macchina musicale altamente dinamica, che produce continuamente i nuovi motivi ritmici che sono alla base materiale dei movimenti di Zappalà.
Christian Graupner è un artista berlinese: compone colonne sonore, è stato ospite del ZKM di Karlsruhe, crea e sviluppa sistemi di play-back in tempo reale. Nella sua ampia produzione precedente, sono presenti disegni, dipinti e lavori di musica elettronica sperimentale, la maggior parte della quale è stata registrata su Lp e Cd o trasmessa via radio sotto lo pseudonimo di VOOV. Successivamente ha sviluppato una serie di installazioni interattive nei cui personaggi appare significativamente in primo piano. Con i suoi nuovi lavori come “2Lives Left” e con i recentissimi progetti “MindBox” e “Don’t Dance”, sta dando vita alla sua piattaforma concettuale “Automatic Clubbing”. Nel 2000 ha formato il gruppo d’artisti indipendente e la casa di produzione Humatic Ltd. insieme a Nils Peters, con il quale sviluppa strumenti software per artisti impegnati nei vari settori dei media.

Christian Graupner è un artista berlinese: compone colonne sonore, è stato ospite del ZKM di Karlsruhe, crea e sviluppa sistemi di play-back in tempo reale. Nella sua ampia produzione precedente, sono presenti disegni, dipinti e lavori di musica elettronica sperimentale, la maggior parte della quale è stata registrata su Lp e Cd o trasmessa via radio sotto lo pseudonimo di VOOV. Successivamente ha sviluppato una serie di installazioni interattive nei cui personaggi appare significativamente in primo piano. Con i suoi nuovi lavori come “2Lives Left” e con i recentissimi progetti “MindBox” e “Don’t Dance”, sta dando vita alla sua piattaforma concettuale “Automatic Clubbing”. Nel 2000 ha formato il gruppo d’artisti indipendente e la casa di produzione Humatic Ltd. insieme a Nils Peters, con il quale sviluppa strumenti software per artisti impegnati nei vari settori dei media.

Norbert Schnell ha studiato Musica e telecomunicazioni all’Istituto di Graz per la Musica elettronica, dove ha successivamente lavorato come sviluppatore e consulente per i progetti con compositori come Beat Furrer e Robin Minard. Nel 1995 è entrato a far parte del team Real Time Systems della IRCAM, che da allora continua a coordinare. Schnell e il suo team sono coinvolti soprattutto in progetti artistici e scientifici incentrati sull’interazione in tempo reale. Oltre agli impegni di produzione artistica con compositori come Boulez, Manoury, Nunes e Stroppa, il suo team partecipa a diversi progetti di ricerca internazionale. Nel giugno del 2006 Schnell ha organizzato e presieduto la sesta Conferenza Internazionale del “New Interfaces for Musical Expression” della IRCAM.

 

 

Leave a Reply