This text is replaced by the Flash movie.
Category: NAO PERFORMING FESTIVAL, PROGRAMMA, SPETTACOLO by AIEP • feb 13th, 2013

MORE ON THE AVOIDANCE DANCE

more on The Avoidance Dance, in 3 episodes

[qualcosa in più su The Avoidance Dance, in 3 episodi]

MORE ON THE AVOIDANCE DANCE on You Tube


1. Protrusion [Sporgenza]

2. commentary on commentary [commenti sulla cronaca]

3. For you (but not really) [Per te (ma anche no)]

Coreografia e Performance: Sharon Estacio

Musica: Maps & Atlases

Durata: 15 minuti, diviso in 3 parti di cinque minuti

more on The Avoidance Dance, in 3 episodes è un nuovo capitolo del progetto bowl to the cat to the fairytale (The Avoidance Dance), creato per il teatro The Alchemical Theatre Laboratory (già Theaterlab), NYC nel 2012 da Sharon Estacio con l’artista teatrale Leïla Gaudin e l’artista visuale So Young Yang. Il progetto cerca di inquadrare l’azione (e inazione) di evitare, rimandare, aspettare, esitare di fronte a ciò che dovrebbe essere il nostro dovere- esprimersi e communicare le nostre idee e opinioni. L’azione della performer è di evitare proprio lo spazio in cui deve esibirsi, e quando entra finalmente in scena non si rivolge mai al pubblico in modo diretto. Si domanda che cos’è che cerca veramente di dire, e domanda al pubblico che cos’è che ci si aspetta di vedere in lei. La divisione del pezzo in tre parti (e la ripetizione dello stesso brano per ogni parte) diventa una riflessione sulla distrazione generale della gente di oggi; la neccessità di brevità e familiarità nel ascoltare e come è cambiato relazionarsi con gli altri.

Sharon Estacio, danzatrice della Clare Byrne Dance (NYC, USA), della Doug Elkins Dance Company (NYC, USA) e della Umoja Dance Company/ Karen Love (NJ, USA). Vincitrice dell’Honorable mention del National Foundation for the Arts (USA) e selezionata per l’Open Fringe Festival di Spoleto 2012.

 

 

Leave a Reply